Apocalisse

Universi, « È compiuto… » e Racconti

Tripersonale

Tripersonale a cura di Mariana Paparà e Alessandra Beretta

 

 

Ida Sacco

Ida Sacco, nata a Torino il 22 Agosto 1938, ha frequentato il corso di Pittura presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino ed ha insegnato Discipline Pittoriche al Primo Liceo Artistico della stessa città. Ha preso parte a numerose esposizioni a Torino, Roma e Milano con pitture e incisioni. Nel 1966 ha partecipato alla 6ª Mostra Internazionale di Arti Figurative a Roma presso la Galleria d’Arte del Palazzo delle Esposizioni in cui le è stata assegnata la medaglia d’oro del Senato della Repubblica per l’incisione. Nel 1967 e 1968 ha partecipato alla 7ª e 8ª Mostra Internazionale di Arti Figurative a Roma acquisendo importanti premi e riconoscimenti. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni private.

 

 

 

Mariana Paparà

Mariana Paparà, nata a Braila, in Romania nel 1955, si è laureata in Pittura presso l’Accademia d’Arte “Ion Andreescu” di Cluj Napoca, conseguendo successivamente il riconoscimento di artista professionista. Per oltre vent’anni è stata docente di Discipline Pittoriche e Disegno al Liceo Artistico di Piatra Neamt, avviando nel contempo, a partire dal 1978, una vasta attività espositiva partecipando come artista ospite in simposi internazionali ed esponendo presso gallerie e musei in Olanda, Belgio, Canada, Francia, Spagna, Svizzera e Italia. Trasferitasi a Torino nel 2000, ha fondato

l’Associazione Artistica Internazionale Galleria e Scuola d’Arte “Aripa”, dando vita ad eventi, scambi interculturali e progetti mirati alla lettura delle più diverse espressioni dell’arte contemporanea. È membro dell’Unione Artisti Professionisti in Romania e dell’Associazione Internazionale degli Artisti Professionisti – AIAP – Unesco. Le sue opere sono conservate in importanti collezioni pubbliche e private.

 

 

 

Franca Musso Binello

Franca Musso Binello, nata a Montegrosso d’Asti nel 1942, risiede a Torino dal 1950. Ha frequentato l’Accademia Albertina di Torino ed ha insegnato dal 1970 al 2003 Tecniche Pittoriche all’Istituto Italiano per il Sacro Cuore di Torino. La sua ricerca pittorica si concentra sulla porcellana a terzo fuoco. Ha esposto in molte collettive e personali a

Torino presso Palazzo Reale, al Piemonte Artistico e Culturale, al Circolo Ufficiali, alla Galleria Pirra; ad Asti presso il Palazzo della Provincia. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed esteri. Due sue opere eseguite per la Provincia di Asti figurano nelle collezioni Vaticane e molte altre fanno parte di collezioni private italiane e estere.

Sabato 3 settembre, alle ore 17.00 presso la sede del Castello di Moncucco Torinese si inaugura la mostra “Apocalisse: Universi, «È compiuto…» e Racconti”, un progetto espositivo proposto dell’Associazione Artistica Internazionale e Galleria d’arte Aripa di Mariana Paparà a completamento di un percorso dedicato alla tematica dell’Apocalisse nell’arte contemporanea intrapreso nell’anno 2011. La mostra raccoglie i risultati delle ricerche condotte da tre artiste attive nell’area torinese: Ida Sacco, Mariana Paparà e Franca Musso Binello.

Ida Sacco nelle sue tavole pittoriche propone una riflessione sugli Universi intesi come dimensione umana interiore e continuum spazio-temporale di materia ed energia, entrambi indefinibili e sconfinati senza lasciare alcuna possibile via di salvezza.

Mariana Paparà avverte la risoluzione del tempo penultimo di perenne attesa percependo l’imminente Compimento dell’esito degli eventi della storia e comunicando un forte senso di speranza e positività. L’oro e luce nei colori nelle sue tavole lignee, sculture e installazioni sono realizzate con materiali concettualmente impiegati come trasmettitori di memorie e simbologie.

Franca Musso Binello con un’inedita espressione artistica che unisce linee, colori e carte che ricoprono gli oggetti in ceramica, estrapola

dalla sua mente immagini e ricordi di una vita vissuta,riorganizzandoli in Racconti di un percorso di approdo verso la rivelazione della verità e del senso dell’esistenza. Per la prima volta i sentieri creativi delle artiste si intrecciano creando una intricata tela di rimandi, legami

cromatici e concettuali in grado di ricreare le loro esperienze percettive. Tutte le opere in mostra esprimono una presa di coscienza di fronte al sopraggiungere degli eventi, una possibile apocalisse, percepita non tanto come fine e distruzione ma come rinascita e nuova occasione di vita individuale e collettiva.

L’esposizione ha l’obiettivo di rappresentare tre visioni, tre espressioni, un'unione di diverse 'immagini' di mani, di colori e di tecniche che portano ad un confronto di rappresentazioni di spazi racchiusi in opere che offrono punti di vista incrociandosi in parole e strade d'arte che tendono alla bellezza, al respiro del quotidiano

su cui affrontare la vita di ognuno.

 

catalogo
1.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.9 MB
catalogo
3.pdf
Documento Adobe Acrobat 7.8 MB
catalogo
2.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.8 MB
COMUNICATO STAMPA CASTELLO DI MONCUCCO T
Documento Adobe Acrobat 349.2 KB